Campioni

Eravamo giovani, invincibili. Eravamo i migliori, o credevamo di esserlo. Studenti, quasi tutti. Quasi tutti figli per qualche anno di una città non nostra che ci aveva adottato. Giocavamo a calcetto, ed era come se nella vita non ci fosse altro. Ci sentivamo campioni, e in qualche modo lo eravamo.
E tu per noi eri un presidente, un mentore, un padre.
Poi la vita è andata avanti, qualcuno è rimasto a Pisa, qualcuno è tornato a casa, ci siamo dispersi, ognuno per la sua strada. Con le nostre medaglie sul petto, orgogliosi di essere stati parte di qualcosa di speciale, unico, indimenticabile. Qualcosa che tu hai costruito con quella passione che era già una vittoria.
Con te ci sentivamo tutti campioni, per te lo eravamo tutti.
Ora che te ne vai, ti porti via un pezzo della nostra giovinezza, della nostra vita.
Ce l’ho ancora, la maglietta. S. Paolo. Ogni tanto la usavo ancora, e mi sentivo di nuovo invincibile. Adesso non più, non senza di te.
Ciao Renato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...