Diventare grandi

Quando avevo 6 anni, mio padre ne aveva 40. Ricordo quella cifra, ricordo che dicevo “mio papà ha 40 anni”, e quel numero mi sembrava l’età “di quelli grandi”, degli adulti.

Poi sono cresciuto; da ragazzo cominci a chiederti quand’è che diventerai adulto, e cominci a piazzare l’asticella, e a spostarla di volta in volta: quando mi laureo – quando trovo un lavoro – quando compro casa – quando mi sposo (questa mi manca ancora) – quando faccio un figlio…

La fagiola è arrivata, a quaranta ci siamo quasi, e adesso mi sento un “ragazzo padre”. Non so perchè. Non è il fatto di “sentirsi giovani dentro”; è solo che sembra sempre che quelli “grandi” siano gli altri.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dubbi, Essere padre. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Diventare grandi

  1. Lelelandia ha detto:

    Io mi sono accorto di dibentare grande il giorno in cui è arrivato Leo, e mi sono accorto di invecchiare da quando sul bordo vasca c’è la boccetta dello shampoo di winni the pooh!!

  2. Alessandro Pironi ha detto:

    … io invece temo (ma forse anche no, non è detto che sia una cosa negativa) che arriverà il giorno in cui mi sentirò vecchio senza essermi mai sentito “grande”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...